Dimenticate per secoli, le civiltà dell’antica Mesopotamia sono state riscoperte solo nell’Ottocento. Migliaia di tavolette di argilla incise in scrittura cuneiforme hanno permesso di portare alla luce una tradizione letteraria che, attraverso due lingue, il sumerico e l’accadico, si è sviluppata nell’arco di tre millenni. Dal primo racconto del diluvio e della creazione dell’uomo alle discese infere e le battaglie contro mostri caotici, dalle vicende epiche dei sovrani mitici alle gesta dei loro successori, dai grandi inni alle preghiere quotidiane e gli scongiuri, dalla riflessione teologica sulla vita a quella filosofica e umoristica, le composizioni sumeriche e accadiche costituiscono una delle più antiche, varie e lunghe tradizioni letterarie dell’uomo. La letteratura sumerica del III millennio a.C. e quella accadica (assira e babilonese) del II e I millennio a.C. sono qui presentate attraverso una descrizione dei diversi generi e l’analisi di contenuti e motivi. Una scelta di testi letterari, pubblicata in digitale sul sito www.mondadorieducation.it, completa il volume.

Risorse digitali e approfondimenti

HUB Kit: i contenuti digitali integrativi del libro

Consulta qui i materiali digitali integrativi collegati al volume.

Autori

Lorenzo Verderame insegna lingua e letteratura sumerica e accadica alla «Sapienza» Università di Roma. È autore di numerose monografie e articoli scientifici dedicati a differenti aspetti delle culture dell’antica Mesopotamia, tra cui l’editio princeps dei primi sei capitoli del compendio astrologico Enūma Anu Enlil (2002) e diversi volumi con l’edizione di documenti neo-sumerici. Le sue ricerche si sono concentrate sull’amministrazione e la cultura materiale della Mesopotamia del III millennio così come su vari aspetti della religione e della letteratura mesopotamica. Svolge attività di ricerca e collabora con diverse istituzioni universitarie e musei, tra i quali il British Museum e la Yale Babylonian Collection, dove dirige, rispettivamente, un progetto di edizione dei testi neo-sumerici e delle lettere paleo-babilonesi. Dal 2014 è l’epigrafista della missione archeologica italiana a Nina (Tell Surghul) nell’Iraq meridionale.

Indice

Prefazione; 1. Introduzione; 2. Le vicende divine; 3. Le gesta dei re; 4. L’uomo si rivolge al dio; 5. Le riflessioni sulla vita; 6. Composizioni varie; Schema delle principali divinità mesopotamiche; Quadro cronologico; Appendice cartografica. La Mesopotamia e il Vicino Oriente tra il III e il I millennio a. C.; Bibliografia; Opere citate; Indice dei nomi, delle opere e delle cose notevoli.

Configurazioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    PP. XII-196 isbn: 9788800746441

  • Edizione digitale

    pp. 208 isbn: 9788800746458

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!