Gli ultimi decenni della nostra epoca rappresentano un periodo di profondo cambiamento, se non addirittura di stravolgimento. Dall’anticipatrice categoria di post-democrazia, proposta da Colin Crouch, all’attuale Great Unsettlement di Manfred Steger, è evidente un processo di trasformazione e di ripensamento degli strumenti concettuali del nostro vivere civile e delle forme di potere ad essa associate. Quella che emerge è una sempre più pressante logica di esclusione sociale netta, basata su una forte distinzione tra un noi e un loro, tra un polo positivo e uno negativo, identificato come il nemico. Nella società dello spettacolo e della glamourizzazione della politica, le nuove ideologie del nemico producono una deformazione della sfera pubblica caratterizzata sempre più da disintermediazione, mediatizzazione e fenomeni come le fake news volti a esorcizzare le nostre paure e fragilità attraverso la demonizzazione di uno o dell’altro gruppo sociale. Invece di allontanare i nostri timori, la creazione di ipotetici nemici rischia di portarci in un baratro senza uscita. Questo volume, attraverso l’analisi di diversi esperti di varie appartenenze disciplinari, intende sviluppare uno sguardo di insieme sulla realtà che stiamo vivendo e sulla necessità di superare l’orientamento, sempre più diffuso, di dare alle insicurezze e paure del nostro secolo l’immagine e il corpo di ipotetici nemici.

 

Autore/i e indice

Autori

Manuel Anselmi è ricercatore in Sociologia politica presso l’Unitelma Sapienza di Roma. È stato visiting professor presso l’Università del Kentucky, Flacso Ecuador, Universidad de Salamanca (Spagna) e visiting scholar presso la London School of Economics e la Loyola University di New Orleans. Ha pubblicato Chavez’s Children: Ideology, Education, and Society in Latin America (Lexington Books, 2015); Populismo. Teorie e problemi (Mondadori Education, 20192); con Paul Blokker, Multiple Populism (Routledge, 2019).

Laura Guercio, docente all’Università di Perugia in Sociologia dei diritti fondamentali e in Cooperazione internazionale allo Sviluppo. Tra gli incarichi ricoperti: Segretario Generale del Comitato Interministeriale per i diritti umani, membro italiano del Management Board della Agenzia Europea per i diritti fondamentali. È stata visiting researcher all’Università di Innsbruck. Tra i suoi libri, Sociologia dei diritti Umani (con Paul Blokker, Mondadori Università, 2020), Donne pace e sicurezza: tra essere e dover essere (con Valentina Grassi, Franco Angeli, 2018), Women’s rights after the Arab Spring: buds without flowers? (Cambridge Scholarship, 2019).

 

Indice

Perché un libro sul nemico, di Manuel Anselmi, Laura Guercio; I. Aspetti politico sociali: 1. La concezione moderna dell’inimicizia fra contrattualismo e Rivoluzione francese, di Andrea Marchili, Alessandro Guerra; 2. Carl Schmitt e l’opposizione ‘amico-nemico’, di Andrea Marchili; 3. Come la scienza contribuisce alla co­struzione del nemico: radicalizzazione violenta e fattori sociali, di Francesco Antonelli; 4. Xenofobia. Tempi e luoghi di un pregiudizio politico, di Luca Massidda; 5. L’immagine del nemico nei social media, di Emiliana De Blasio, Michele Sorice; II. Aspetti giuridici: 1. La Teoria del diritto penale del nemico di Gunther Jacobs: tra applicazione e degenerazioni di fronte alle sfide del XXI secolo. Un’analisi socio-giuridica, di Laura Guercio; 2. I nemici della democrazia. Spunti di giurisprudenza costituzionale comparata in materia di scioglimento dei partiti politici, di Aristide Canepa; 3. L’attore non istituzionale/belligerante/nemico nel contesto della pacificazione e della ricostruzione della pace positiva, di Cristiana Carletti; Bibliografia; Indice dei nomi.

Versioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. XII-196 isbn: 9788861846685

  • Edizione digitale

    pp. 208 isbn: 9788861846692

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!