Immagini dell'Italia e degli Italiani nella letteratura

L’identità di una nazione si misura non soltanto sulla base dell’idea di sé che essa si costruisce nel tempo, attraverso i propri miti di fondazione, ma anche sull’immagine che altre nazioni offrono di lei. La lezione seguirà quindi da un lato la precoce fondazione non politica – che avverrà con secoli di ritardo – ma letteraria dell’idea di nazione attraverso i suoi principali protagonisti, da Dante a Machiavelli e oltre; dall’altro i momenti fondamentali di confronto, spesso polemico, con le altre identità nazionali, in particolare quella francese, a partire dalla polemica sulla lingua del XVII sec. Saranno infine presentati quegli scrittori, da Leopardi a Ennio Flaiano, che hanno saputo cogliere acutamente le debolezze della società italiana, mettendone in luce le contraddizioni.

Stefano Prandi è stato titolare della Cattedra di Letteratura italiana presso l’Università di Berna dal 2001 al 2017, e dal 2018 è Direttore dell’Istituto di studi italiani presso l’Università della Svizzera Italiana. Tra i suoi ambiti di ricerca si possono menzionare la letteratura medievale, quella umanistica e rinascimentale, la poesia novecentesca e la teoria letteraria. Ha diretto varie opere di editoria scolastica, soprattutto sulla Commedia dantesca.