Genomi, turbine, galassie: il Supercalcolo, alleato della ricerca

Il supercalcolo, branca poco conosciuta della tecnologia concentrata sulla capacità di risolvere problemi scientifici complessi, è un indispensabile alleato della ricerca, che espande la varietà di strumenti e metodi a disposizione della scienza. Il supercalcolo consente di studiare l’infinitamente piccolo e l’immensamente grande, e di accelerare i tempi della ricerca. Partendo dalla storia dei supercalcolatori, spiegheremo come si può arrivare ad eseguire milioni di miliardi di operazioni al secondo. Descriveremo i metodi computazionali basati sul calcolo parallelo: che cos’è e a cosa serve, e quali strumenti si usano per ridurre i tempi di calcolo e risolvere problemi  di bioinformatica, chimica, scienze della terra, astronomia, ricerca industriale, fino alle ultime ricerche legate alla pandemia in corso, e le previsioni meteorologiche. Temi che ci riguardano da vicino, e per i quali il supercalcolo consente di fornire risposte accurate in tempi ridotti.


Relatore

Alessandro Marani lavora da oltre 9 anni nel dipartimento di supercalcolo di CINECA, il maggiore centro italiano per il calcolo scientifico e industriale. Si è iscritto a Matematica per diventare professore di Liceo, ma durante gli studi si è appassionato agli argomenti di ricerca e ora si dedica ad assistere i ricercatori italiani ed europei nell’utilizzo dei potenti supercomputer del centro di calcolo, ed è tra i responsabili del monitoraggio delle catene operative per le previsioni metereologiche. E’rimasto però vivo l’interesse per l’insegnamento e la divulgazione, e una sua intervista sul Supercalcolo è pubblicata nel libro “Terra in Vista!” (Pievani-Taddia, ed. Mondadori).

 

 

Download:
  • Presentazione riassuntiva 6512 Kb