cover
Novità

POPULISMO E COSTITUZIONE

Una prospettiva giuridica

Giacomo Delledonne, Giuseppe Martinico, Matteo Monti, Fabio Pacini

Populismo è una delle parole chiave della discussione pubblica contemporanea: ora è adoperato in senso polemico («fare argine al populismo»), ora è apertamente rivendicato. Il nostro Paese ha un rapporto di lunga durata con populismi variamente declinati e il populismo italiano, inoltre, si colloca e si sviluppa in un ‘ambiente’ costituzionale peculiare. Una delle caratteristiche fondamentali della Costituzione repubblicana, elaborata nel segno della reazione ai totalitarismi e della difesa del pluralismo, è la valorizzazione di garanzie contro-maggioritarie che non si pongono in antitesi rispetto alla democrazia, ma ne costituiscono parte integrante. La grande sfida del costituzionalismo consiste non soltanto nel respingere gli insidiosi attacchi del populismo alle gerarchie di valori che caratterizzano le democrazie costituzionali, ma anche nel superare un approccio puramente difensivo alle pretese populiste.

Autore/i e indice

Gli autori

Giacomo Delledonne è ricercatore t.d. in Diritto costituzionale nell’Istituto di Diritto, Politica e Sviluppo della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dove ha altresì conseguito il dottorato di ricerca. È stato chercheur postdoctoral presso l’Institut d’études européennes dell’Université Saint-Louis – Bruxelles.

Giuseppe Martinico è professore ordinario di diritto pubblico comparato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. In precedenza, è stato Max Weber Fellow all’Istituto universitario europeo di Firenze e García Pelayo Fellow presso il Centro de Estudios Políticos y Constitucionales di Madrid.

Matteo Monti è assegnista di ricerca in diritto pubblico comparato alla LUISS Guido Carli di Roma e membro del Progetto Stals alla Scuola Superiore Sant’Anna. Ha ottenuto il dottorato di ricerca nel 2020 alla Scuola Superiore Sant’Anna con una tesi su «Il federalismo asimmetrico come strumento di contenimento delle spinte secessioniste (e le sue implicazioni sul principio di uguaglianza)».

Fabio Pacini è ricercatore t.d. in Istituzioni di diritto pubblico presso l’Università degli Studi della Tuscia (Viterbo), abilitato alle funzioni di professore associato per il settore di Diritto costituzionale. È stato allievo ordinario della Scuola Superiore Sant’Anna, dove ha poi conseguito il dottorato di ricerca e coordina l’area di ricerca PARS (Parlamenti e Assemblee Rappresentative in Sistema).

Indice

Populismo: dalla protesta al consolidamento giuridico; Introduzione e ringraziamenti; 1. La tensione fra populismo e costituzionalismo post totalitario: il caso italiano in una prospettiva comparata, di Giuseppe Martinico; 2. Populismo e Parlamento nel ‘laboratorio’ istituzionale italiano, di Fabio Pacini; 3. Il populismo di governo: l’esperienza della XVIII legislatura, di Giacomo Delledonne; 4. Il populismo digitale e le sfide al sistema mediale, di Matteo Monti; Bibliografia; Indice dei nomi.

Versioni e acquisto

  • Novità

    Edizione cartacea

    pp. XVI-176 isbn: 9791220600750

    • € 14,00
    • Acquista

      su Mondadori Store

Sei un docente Universitario? Richiedi la tua copia saggio gratuita!

Altre opere a catalogo

Novità

MENTI E MACCHINE

Marco Giunti, Simone Pinna, Fabrizia Garavaglia

Novità

DISUGUAGLIANZA E DEMOCRAZIA

Leonardo Morlino, Francesco Raniolo

Università e saggistica – Sociologia