cover
Novità

LE ELEZIONI DEL 1919

Alle origini del sistema politico dell'Italia contemporanea

Giovanni Schininà

Le prime elezioni a suffragio universale maschile e con legge proporzionale in Italia, tenutesi il 16 novembre 1919, segnarono il trionfo del partito socialista e del partito popolare e la fine di una autonoma maggioranza liberale alla Camera. All'atto di nascita di un sistema centrato sui partiti di massa non seguì tuttavia la democratizzazione del sistema parlamentare. Gli autori del volume rileggono questo nodo cruciale, incrociando quali fili conduttori il contesto internazionale, la campagna elettorale, il grado di continuità e discontinuità del voto rispetto al passato, le ipoteche sul futuro. L'evoluzione delle culture politiche territoriali, le ambiguità della riforma elettorale e dei partiti di massa, la persistenza della frattura tra neutralismo e interventismo, la forza della retorica e del mito sono tra quei fattori che rendono il 1919 un anno spartiacque e, per molti aspetti, fondante del sistema politico dell'Italia contemporanea.

Autore/i e indice

Il curatore

Giovanni Schininà è professore associato in Storia contemporanea presso l’Università di Catania. Si occupa di storia politica dell’Italia contemporanea e dell’Europa centrale. Tra le sue monografie: Le città meridionali in età giolittiana. Istituzioni statali e governo locale (Acireale-Roma, 2002); Siracusa 1943-1948. Verso la democrazia dei partiti (Acireale-Roma, 2004); Stato e società in età giolittiana. L’Italia tra il 1901 e il 1914 (Acireale-Roma, 2008); L’Austria contemporanea tra crisi e trasformazione (Roma, 2013); Visioni asburgiche del Mediterraneo. La Sicilia nell’equilibrio metternichiano (1812-1824) (Roma, 2017). Ha curato recentemente il volume 1918. Crolli, rivoluzioni e trasformazioni nell’Europa centrale tra storia e letteratura (Milano, 2020).

 

Indice

Introduzione, di Giovanni Schininà; Il voto del 1919 in una prospettiva europea, di Giovanni Schininà; Geografia elettorale e culture politiche territoriali, prima e dopo la Grande guerra. Gli studi di Alessandro Schiavi e Ugo Giusti, di Maurizio Ridolfi; Dal maggioritario al proporzionale. Forme di rappresentanza tra concezione individualistica e tendenze corporative, di Elisabetta Colombo; Le ripercussioni delle elezioni del 1919 sul rapporto tra governo e Parlamento, di Fabrizio Rossi; Tentazioni e processi delegittimanti nella campagna elettorale del 1919, di Marco Pignotti; Un voto in grigioverde? Il tema della «lezione» della guerra nella campagna elettorale dell’autunno 1919, di Andrea Baravelli; La «vittoria mutilata»: dal mito alla storia, di Enzo Fimiani; I voti di preferenza nelle elezioni del 1919. Tra persistenze ‘uninominali’ e sanzione della leadership, di Tito Forcellese; Le elezioni politiche del 1919 in Sicilia tra continuità e cambiamento, di Giancarlo Poidomani; Appendice statistica; Indice dei nomi.

Versioni e acquisto

  • Novità

    Edizione cartacea

    pp. VI-250 isbn: 9788800862097

    • € 18,00
    • Acquista

      su Mondadori Store

  • Novità

    Edizine digitale

    pp. 256 isbn: 9788800862103

    • € 13,99
    • Acquista

      Versione Digitale

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!

Altre opere a catalogo

Novità

VOLSCI

Salvatore Corasaniti

Novità

CHIESA E NAZIONE AI CONFINI D'ITALIA

Camilla Tenaglia, Marco Bellabarba

Università e saggistica – Storia