I SEI GIORNI CHE SCONVOLSERO IL MONDO

La crisi dei missili di Cuba e le sue percezioni internazionali

Leonardo Campus

Punto di svolta della Guerra fredda nonché dell’era nucleare tuttora aperta, la crisi di Cuba è uno degli eventi più studiati dalla storiografia internazionale. Questo libro – il primo italiano sul tema da vent’anni a questa parte – non si limita ad aggiungere particolari a una produzione ampia e variegata, ma attua un ribaltamento di prospettiva, ricostruendo non solo gli eventi, ma anche le sue percezioni internazionali. Il “braccio di ferro” atomico verificatosi nell’ottobre 1962 fu infatti uno shock globale, capace di suscitare reazioni nei contesti più diversi: presso governi, opinioni pubbliche, media, intellettuali, politologi, artisti, scienziati, religiosi. E si tratta di reazioni rivelatrici, come mostrano qui i casi di USA e Italia. Muovendo da una reinterpretazione di Braudel e McLuhan e poggiando su una vasta documentazione inedita reperita in sette anni di ricerche (tra archivi di vari Stati e un’analisi certosina della stampa internazionale di quei giorni), il libro da un lato mostra il carattere della crisi come esperienza globale, dall’altro comincia a indagarne la dimensione socio-culturale, finora trascurata, ma destinata a diventare la prossima frontiera della storiografia su quest’evento.

Risorse digitali e approfondimenti

HUB Kit: i contenuti digitali integrativi del libro

Guarda qui l’intervista a Leonardo Campus.

Autori

Leonardo Campus (1980) è dottore di ricerca in Storia Contemporanea (Università La Sapienza, Roma). Sulla crisi di Cuba ha tenuto conferenze e pubblicato vari studi in Italia e all’estero. Nel 2012 ha ottenuto il “Kennedy Grant” dalla Freie Universität di Berlino. È autore anche di Non solo canzonette. L’Italia della ricostruzione e del miracolo attraverso il Festival di Sanremo (Le Monnier, 2015). Da anni lavora inoltre come giornalista e consulente Rai («La Storia siamo noi», «Raistoria»).

Indice

Prefazione di John L. Harper; Introduzione; Premessa. Tra Braudel e McLuhan: una nuova chiave interpretativa per la crisi dei missili di Cuba; I. Eventi: 1. Prologo; 2. Verso il climax. Cenni sulla guerra fredda 1956-1962; 3. «Il nodo della guerra». I giorni della crisi dei missili di Cuba; 4. Capire la crisi. Considerazioni sugli eventi; II. Percezioni e reazioni: 1. Dagli eventi alle reazioni; 2. Stati Uniti d’America; 3. «Thinking about the unthinkable». Politologi; 4. Testimoni dell’apocalisse? Religiosi; 5. Italia; 6. Scienza e guerra atomica. Scienziati; Conclusioni; Note; Fonti e bibliografia; Indice dei nomi.

Configurazioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    PP. XIV+546 isbn: 9788800745321

  • Edizione digitale

    PP. 560 isbn: 9788800745338

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!