Il Corso di Procedura penale evidenzia una sistematica assolutamente peculiare, che non ripete le due tradizionali suddivisioni codicistiche (parte statica e parte dinamica), ma, al contrario, privilegia una trattazione orizzontale e diacronica, che rinviene la propria genesi nella notizia di reato e si dipana secondo le cadenze caratterizzanti il procedimento penale. La struttura narrativa muove, infatti, dal desiderio di rappresentare cronologicamente il fenomeno processuale, rifuggendo dalla usuale descrizione della materia sulla scorta della sequenza imposta dal codice di rito. In ragione della sua vocazione «operativa» e dell’approccio casistico, questo Volume può rappresentare un valido sussidio anche per la preparazione agli esami da Avvocato, per il concorso in Magistratura, configurandosi, più in generale, quale strumento utile per l’attività del professionista.

Risorse digitali e approfondimenti

Autori

Carlo Fiorio è professore ordinario di Diritto processuale penale nell’Università degli Studi di Perugia. Nel 2006 ha coordinato la segreteria tecnico-scientifica della Commissione per la riforma del codice di procedura penale. Ha partecipato a due Commissioni ministeriali per la riforma dell’ordinamento penitenziario (2013 e 2017). È stato il primo Garante delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria.

Rossella Fonti è professore associato di Diritto processuale penale nell’Università degli Studi di Perugia. Tra le sue principali pubblicazioni: L’effetto estensivo dell’impugnazione (Cedam, 2013); L’inammissibilità degli atti processuali penali (Cedam, 2008).

Mariangela Montagna è professore associato di Diritto processuale penale nell’Università degli Studi di Perugia. Tra le sue principali pubblicazioni: I confini dell’indagine personologica nel processo penale (Aracne, 2013); I sequestri nel sistema delle cautele penali (Cedam, 2005); Autorizzazione a procedere e autorizzazione ad acta (Cedam, 1999).

Indice

I. Notitia criminis, attività investigativa e mezzi di ricerca della prova: 1. Acquisizione ed iscrizione della notizia di reato; 2. I protagonisti delle indagini preliminari; 3. Attività di indagine e mezzi di ricerca della prova; 4. Le investigazioni difensive; II. Le libertà: 1. Le misure precautelari; 2. Le misure cautelari personali; 3. Le misure cautelari reali; 4. L’esecuzione della pena; 5. Libertà personale e principio di territorialità; III. Attori e strategie: 1. Gli attori; 2. Le scelte del pubblico ministero all’esito delle indagini preliminari; 3. La strategia autoritativa; 4. La modalità ordinaria; 5. Le alternative consensuali; 6. Le scelte del danneggiato; IV. Dibattimento e prove: 1. Dinamica dibattimentale; 2. Le sentenze conclusive del dibattimento; V. Rimedi e controlli: 1. Fisiologia e patologia dell’atto processuale penale; 2. I controlli in tema di giurisdizione e competenza; 3. I controlli cautelari; 4. I principi generali sulle impugnazioni; 5. Le impugnazioni ordinarie; 6. Le impugnazioni straordinarie; 7. I controlli in sede esecutiva e penitenziaria; 8. Il ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo; VI. Altre destinazioni: 1. Il procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica; 2. Il procedimento davanti al giudice di pace; 3. Il procedimento davanti al tribunale per i minorenni; 4. Il processo alle società; Indice analitico.

Configurazioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. XVIII-718 isbn: 9788800746366

  • Edizione digitale

    pp. 736 isbn: 9788800746373

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!