Programmazione


A chi segue i nostri webinar 'live' l'attestato di partecipazione

A chi segue i nostri webinar 'live' l'attestato di partecipazione

Mondadori Education è ente formatore accreditato dal MIUR per la formazione del personale docente (Dir 170 - 21/03/2016) e invierà, nei giorni successivi ai singoli webinar, un attestato di partecipazione ai docenti che hanno seguito l'evento.
L'attestato non verrà inviato a chi vedrà il video del webinar successivamente.

I nostri seminari di didattica online sono gratuiti.


La prima prova nel nuovo esame di Stato

La prima prova nel nuovo esame di Stato

Angelo Roncoroni - martedì 15 gennaio 2019, ore 16.30

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

La prima prova consiste nella redazione di un elaborato con differenti tipologie testuali in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico. Prevede la possibilità di scegliere tra sette tracce e tre tipologie: analisi e interpretazione di un testo letterario italiano, analisi e produzione di un testo argomentativo e una riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. La novità più rilevante è la scomparsa del saggio breve-articolo di giornale, sostituito dalle tracce di tipologia B, intesa come prova di argomentazione. Le tipologie A e C corrispondono invece, con qualche puntualizzazione in più, rispettivamente all’Analisi del testo e al Tema del vecchio esame.

Laureato in lettere classiche, Angelo Roncoroni è stato dapprima ricercatore nell’Istituto di Letteratura latina nell’Università di Pavia, poi professore a contratto di Lingua e letteratura latina e di Composizione italiana nell’Università IULM di Milano e docente ordinario di latino e greco nei licei. Ha pubblicato studi di letteratura latina tardoantica e ha lavorato ad antologie di classici latini e greci, manuali scolastici di letteratura latina, lingua latina e letteratura italiana, con particolare riguardo alla scrittura.


Debating in class - from a language tool to a life skill

Debating in class - from a language tool to a life skill

Rachel Roberts - venerdì 18 gennaio 2019, ore 16:30

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO

When today's students enter the world of work, they will be required to express opinions, agree or disagree with their colleagues and use persuasive language. Holding a debate in class can be the perfect tool to help students master these fundamental speaking skills and motivate them to develop their English in a meaningful way through real debate.

Rachel Roberts has taught at the British Council since 1994 with a particular focus on Public Speaking and Cross-Cultural Communication. She has also worked as a voice artist for twenty-years, producing audio and video material for language courses, audio books, documentaries and other productions. She has written course material for both the Scuola Media and the Scuola Superiore and regularly contributes stories and articles on British Culture and the use of language for Speak Up Magazine. She is currently working on an "Edutainment" website, aimed at teaching English through stories and audio/video material.


Cyberbullismo: prevenzione e gestione in classe

Cyberbullismo: prevenzione e gestione in classe

Claudia Sposini - lunedì 21 gennaio 2019, ore 16:30

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Il webinar fornisce agli insegnanti gli strumenti per il riconoscimento e la valutazione del fenomeno del Cyberbullismo e modelli di prevenzione e contrasto utilizzabili nella pratica operativa. Gli obiettivi principali del webinar prevedono l’aumento negli insegnanti della capacità di gestire situazioni problematiche legate al Cyberbullismo, e quindi saper fornire loro adeguati strumenti per aiutare gli alunni a comportarsi in modo sicuro in Internet; l’approfondimento di strumenti e strategie psicopedagogiche per l’osservazione e la rilevazione dei segnali precursori dei comportamenti a rischio; l’analisi aspetti psicologici del fenomeno, con esempi di gestione di casi di Cyberbullismo.

Claudia Sposini, Psicologa e Psicoterapeuta, autrice de Il metodo anticyberbullismo (Ed. San Paolo), collabora con le Scuole e l'Università per la prevenzione del disagio scolastico e giovanile. Ha scritto numerosi articoli sulla Psicologia dell'Adolescenza, collaborando con le riviste scientifiche Psicologia Contemporanea (Italia) e Familien Dynamik (Germania). È inoltre perfezionata in Criminologia e CTU presso il Tribunale di Lodi.


La prova scritta di italiano nell’esame di Stato della scuola secondaria di primo grado

La prova scritta di italiano nell’esame di Stato della scuola secondaria di primo grado

Nora Terzoli - giovedì 24 gennaio 2019, ore 16.30

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Il webinar, a partire dal “Documento di orientamento per la redazione della prova di italiano”  e dai riferimenti normativi, analizza le diverse tipologie della prova scritta di italiano all’esame di Stato della scuola secondaria di primo grado e le loro modalità di valutazione. Confronta le tipologie attuali con quelle in uso in passato e offre occasioni di riflessione sulla strutturazione del curricolo, in vista della preparazione degli studenti all’esame finale. Presenta i traguardi di sviluppo delle competenze contenuti nelle Indicazioni Nazionali per il curricolo, raccordandole con le richieste delle prove d’esame di italiano, infine riflette sul rapporto tra comprensione e produzione della lingua nelle diverse tipologie delle prove scritte.

Nora Terzoli è Dirigente Scolastica di un Istituto Comprensivo della provincia di Monza e Brianza. Ha insegnato lettere nella scuola secondaria di primo grado. Ha condotto numerosi corsi di formazione, indirizzati ai docenti sui temi della valutazione, della didattica per competenze e delle diverse metodologie didattiche e ha pubblicato testi di editoria scolastica e diversi articoli su riviste di didattica.    


Musica e dislessia: i perché musicali delle difficoltà di lettura

Musica e dislessia: i perché musicali delle difficoltà di lettura

Samuele Ferrarese - lunedì 28 gennaio 2019, ore 16.30

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO E BIENNIO DI SECONDO GRADO

I più recenti approcci neuroscientifici allo studio delle prestazioni linguistiche e cognitive dell’essere umano hanno approfondito il rapporto tra pratica musicale e disturbi dell’apprendimento, riscontrando diverse evidenze riguardo alla possibilità che la pratica musicale possa influire positivamente sulle capacità di lettura e di produzione del linguaggio. Una prospettiva di integrazione tra le discipline scolastiche, all’interno di un percorso strutturato, potrebbe giovare all’apprendimento, soprattutto per gli studenti che, nel contesto scolastico, faticano nell’acquisizione delle competenze di acquisizione dell’informazione e delle competenze comunicative. Sviluppare percorsi inclusivi e multidisciplinari può diventare quindi la chiave di interpretazione e di risoluzione di diversi dubbi sulle modalità di trattamento dei ragazzi con disturbi dell’apprendimento all’interno del percorso didattico curricolare, in particolare attraverso l’utilizzo della musica.

Samuele Ferrarese è docente di Didattica della Musica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca e collabora con il dipartimento di Psicologia dello stesso ateneo nella ricerca sul rapporto tra Disturbi dell’Apprendimento e pratica musicale. È formatore AID (Associazione Italiana Dislessia), è presidente della Fondazione Teatro Trivulzio di Melzo (MI), città nella quale dirige Bach Street School – Scuola di Musica. Per Mondadori Education cura i percorsi musicali inclusivi all’interno dei testi scolastici e progetta percorsi di alfabetizzazione emotiva per il consolidamento di competenze personali e relazionali.


Dante nella poesia del Novecento

Dante nella poesia del Novecento

Stefano Prandi - martedì 29 gennaio 2019, ore 16:30

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Il webinar presenta i differenti approcci attraverso cui la poesia italiana novecentesca si accosta al grande modello dantesco. Ciò avviene, naturalmente, in modo del tutto indipendente rispetto al mito ottocentesco di Dante padre della patria, ingiustamente esiliato. Il Dante del Novecento sollecita piuttosto riflessioni che vanno dall'incerto interrogarsi del poeta sul suo rapporto con la tradizione (Montale), al senso di smarrimento e di perdita come esilio da se stessi (Sbarbaro), alla citazione con valore distanziante o parodico (Moretti, Zanzotto), alla riflessione metapoetica, tra critica e poesia (Ungaretti), infine alla totale identificazione con la vicenda biografica dantesca, nel suo esemplare valore profetico e salvifico (Pasolini).

Stefano Prandi è stato titolare della Cattedra di Letteratura italiana presso l'Università di Berna dal 2001 al 2017, e dal 2018 è Direttore dell'Istituto di studi italiani presso l'Università della Svizzera Italiana. Tra i suoi ambiti di ricerca si possono menzionare la letteratura medievale, quella umanistica e rinascimentale, la poesia novecentesca e la teoria letteraria. Ha diretto varie opere di editoria scolastica, soprattutto sulla Commedia dantesca.