La mente degli animali da Cartesio a oggi

Obiettivi


Gli animali pensano come gli esseri umani? Questa antica domanda è stata rilanciata da Cartesio, che nella cornice della scienza meccanicistica sostenne che i "bruti" (gli animali non umani) sono solo macchine complesse, prive di sensazioni e ragione. In questo webinar affronteremo la questione esaminando come alcuni problemi posti da Cartesio siano ripresi e sviluppati nelle ricerche di filosofi e scienziati successivi.




Relatore


Paolo Pecere, insegna Storia della filosofia all’Università di Roma Tre. Si occupa dei rapporti tra filosofia, scienze della natura e psicologia in età moderna e contemporanea. Tra i suoi libri: La filosofia della natura in Kant (2009); Dalla parte di Alice. La coscienza e l’immaginario (2015); Soul, Mind and Brain from Descartes to Cognitive Science (2020); Il dio che danza (2021). Ha pubblicato i romanzi La vita lontana (2018) e Risorgere (2019).

 

Dal nostro catalogo Università e saggistica

VIVERE LA CONOSCENZA

Riccardo Chiaradonna, Paolo Pecere
Caratterizzato da un profilo chiaro e sintetico, ricco di esempi concreti, il manuale risulta facilmente studiabile in autonomia, completato da un’ampia scelta di testi ben commentati. L’interdisciplinarità, tratto distintivo dell’opera, si apre anche all’Educazione civica (con attenzione particolare ai temi Oriente-Occidente, Ambiente ed ecologia, Pensiero femminile). Le immagini e i compiti di realtà coinvolgono e motivano lo studente, che viene ulteriormente spinto alla riflessione dalla rubrica Vivere la conoscenza: percorsi tematici che attualizzano le grandi domande attraverso i testi e le voci dei pensatori antichi e moderni, con Debate. Perché la conoscenza, appunto, è davvero tale solo se serve ad affrontare la vita con consapevolezza.
Scopri di più