La fisica nei contesti di realtà: vantaggi didattici e valutazione

Nulla è più motivante in fisica quanto rendersi conto della sua utilità pratica. Mostrare agli studenti che i concetti della teoria possano essere utilizzati in contesti reali, utilizzando set di dati veri (non solo verosimili) è fortemente motivante. La stretta adesione alla realtà come catalizzatore della motivazione è solo uno dei vantaggi didattici di questo approccio. In questo webinar si racconta il processo di ricerca, progettazione e scrittura dei compiti di realtà “Fisica in azione”, proponendo ai colleghi un metodo per costruirne di nuovi. Se utilizzati con didattica flipped classroom, i compiti di realtà di fisica diventano anche uno strumento per valutare gli studenti in modo diverso dal solito. La valutazione, che solitamente viene fatta attraverso l’attribuzione di un voto a una prestazione dello studente, diventa un’occasione di collaborazione e di apprendimento attivo, un’attività condivisa da studenti e docenti.


Andrea Brognara ha una laurea e un dottorato di ricerca in Fisica teorica. È stato docente esercitatore di Fisica Generale I e II al Politecnico di Milano. Da 18 anni è insegnante di ruolo di Matematica e Fisica e oggi lavora al Liceo Scientifico “N. Copernico” di Bologna. Per Mondadori Education è autore di Lo sguardo fisico, corso di Fisica per i licei scientifici. Ha tenuto per la casa editrice già alcuni webinar: La revisione del Sistema Internazionale di Unità, La rappresentazione delle grandezze fisiche: l’importanza di saper interpretare e costruire grafici, La fisica nei nuovi quadri di riferimento per la seconda prova scritta dell’esame di Stato (DM 769 del 26/11/2018).