Storia politica delle catastrofi naturali che hanno colpito il Paese e di come ci sono state raccontate

Terremoti, frane, esondazioni, eruzioni hanno – purtroppo –  scandito la storia del territorio italiano dal secondo dopoguerra e il modo in cui queste catastrofi naturali sono state affrontate dai sistemi politici e dalle istituzioni pubbliche ci offre anche un quadro della storia politica e sociale del nostro Paese.

Le calamità si presentano infatti come un’interruzione della vita quotidiana che costringe a impiegare risorse normative, tecniche, finanziarie, culturali e umane straordinarie per affrontarle nelle diverse fasi: i soccorsi, la ricostruzione, la prevenzione.

Un quadro che si completa ulteriormente con l’analisi di come le diverse emergenze siano state, di volta in volta, comunicate ai cittadini, alla stampa, all’opinione pubblica in generale.

Di questi temi parleremo in diretta streaming giovedì 4 marzo dalle 18,00.


Modera:

Margherita Fronte, giornalista della rivista Focus, è specializzata in medicina, salute e ambiente. È autrice di una decina di saggi scientifici tra cui: Campi elettromagnetici, innocui o pericolosi?Polveri & veleniCambiamo aria! e Culle di vetro – storia della fecondazione artificiale. Fra i riconoscimenti: il premio letterario Merck-Serono e il premio Omar per il giornalismo medico di qualità.

Intervengono:

Salvatore Botta insegna Storia contemporanea presso l’Università di Bologna. Membro della redazione di «Ricerche di Storia Politica», si occupa di storia politica e delle istituzioni in Europa in età contemporanea. Autore di diversi libri, per Le Monnier ha pubblicato Macerie d’Italia. Storia politica di una nazione in lotta contro la natura

Giancarlo Sturloni è docente di Comunicazione del rischio alla Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati (SISSA) di Trieste e all’Università di Udine. Svolge attività di comunicazione, formazione e consulenza sui rischi per la salute e per l’ambiente. Autore di diversi libri, per Mondadori Università ha pubblicato La comunicazione del rischio per la salute e per l’ambiente.

 

Download:
  • Presentazione riassuntiva 5270 Kb