Convegno: Incontri con la Matematica

XXXIII Convegno Nazionale: Didattica della matematica e professionalità docente

Il Convegno è aperto a tutti.  Puoi trovare qui le informazioni sulla procedura d’iscrizione e sul programma completo.

Sabato 09 novembre interverranno:
Sofia Di Crisci e Aaron Gaio: Per il pensiero computazionale è necessario saper astrarre?    
8:00 – 8:30 – Centro Congressi Artemide

Aaron Gaio, laureato in Matematica e PhD in Matematica e Informatica, è docente di scuola secondaria di primo grado e ricercatore in Didattica della matematica. Si occupa di formazione insegnanti per la Scuola Primaria e Secondaria, con particolare attenzione all’apprendimento cooperativo, problem solving, coding e pensiero computazionale. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca didattica, conferenze e workshop nazionali e internazionali in ambito matematico e scientifico. Per Mondadori Education è autore di Navigazioni: Coding e Pensiero Computazionale per la Scuola Primaria.
Se non li hai ancora visti, vedi le registrazioni dei suoi webinar: Numeri binari, crittografia e messaggi segreti e Algoritmi di ordinamento e giochi cooperativi

Marco Tarocco: Risolvere un quesito da soli con tante teste
10:00 – 10:30 – Centro Congressi Artemide

Nel processo di apprendimento è necessario essere consapevoli del fatto che il pensiero con cui si affronta una situazione è solo uno tra i tanti possibili per giungere a una conclusione. È quindi importante saper confrontare le strategie scelte, condizionate dalle esperienze, con modalità differenti che in modo alternativo portano a soluzioni corrette.
Geometria, aritmetica e algebra sono le tre “materie scolastiche” che possono alimentare idee e ragionamenti diversi per risolvere uno stesso problema. Costruire situazioni didattiche che stimolino l’ampliamento delle modalità che conducono a una soluzione, permette di sentirsi partecipi della negoziazione del sapere, di mettersi in gioco e di pianificare un’idea, prima di gettarsi a capofitto sui calcoli.

Marco Tarocco è Docente di Matematica e autore Mondadori Education. Tra le sue pubblicazioni, con Ubaldo Pernigo, “UBI MATH, matematica per il tuo futuro”, “Lezioni digitali. Per una didattica integrata sostenibile” “WIKI MATH”, “Il nuovo Esame di Stato”.


Roberto Natalini: Perché la didattica della matematica è interessante?
17:30 – 18:15 – Centro Congressi Artemide

La matematica è fondamentale per lo sviluppo della nostra società tecnologica, e per questo il suo insegnamento e le riflessioni sulla didattica sono diventati, ancor più che in passato, un tema di importanza cruciale. C’è un numero crescente di persone (genitori, docenti, gli stessi studenti, ricercatori, docenti universitari) che anima, in modo più o meno competente ma sempre attivo e con aspetti mediatici non trascurabili, un diffuso e acceso dibattito sui giornali e nel web. In questo seminario si cercheranno di esaminare alcune delle motivazioni di questo interesse.

Roberto Natalini è matematico applicato e si occupa dello studio e dell’approssimazione delle equazioni alle derivate parziali non lineari e delle loro applicazioni. Attualmente è il direttore dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo del CNR. Coordinatore e fondatore del sito divulgativo MaddMaths!, dal 2016 dirige la rivista Archimede. È tra gli autori di “Didattica della Matematica” pubblicato nel 2018 da Mondadori Education.