Coerenza e coesione negli elaborati scolastici

I social network e le chat abituano i ragazzi a una scrittura frammentaria e non programmata; gli studenti faticano, invece, a confrontarsi con la produzione di testi più complessi, come quelli argomentativi, che richiedono la costruzione di strutture più elaborate. La gestione della coerenza e della coesione testuali diventano, allora, due obiettivi fondamentali in un percorso di educazione linguistica. Uno degli aspetti più delicati riguarda l’uso dei coesivi con funzione anaforica, cioè di quegli elementi che permettono di richiamare il già detto evitando una ripetizione (attraverso un pronome, un sinonimo o una riformulazione). Crea altrettante difficoltà il corretto uso dei connettivi con funzione logico-argomentativa, essenziali per costruire l’impalcatura di un testo e sostenere gli snodi concettuali di un ragionamento.


Emiliano Picchiorri insegna Linguistica italiana all’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Si è occupato di vari aspetti della lingua letteraria, di lessicografia italiana dal Seicento a oggi e dei rapporti tra lingua e dialetto. È condirettore della rivista «Carte di viaggio. Studi di lingua e letteratura italiana». Con Giuseppe Antonelli ha pubblicato le grammatiche per il biennio superiore L’Italiano, gli italiani (2016) e L’Italiano siamo noi (2017), entrambe per Mondadori Education.

L’attestato sarà disponibile al link https://www.mondadorieducation.it/attestati/ entro una settimana lavorativa dal termine dell’evento