cover

TRA INDIFFERENZA E OBLIO. LE CONSEGUENZA ECONOMICHE DELLE LEGGI RAZZIALI IN ITALIA 1938-1970

Ilaria Pavan

L’aspetto economico delle persecuzioni contro gli ebrei e i complessi tentativi di restituzione dei loro beni dopo il 1945 sono diventati, negli ultimi anni, un tema storiografico di insospettato rilievo. anche in Italia, nel quadro della politica razziale voluta dal fascismo, fu concepita una lunga serie di disposizioni, decreti, leggi, circolari, che colpirono severamente le proprietà della comunità ebraica. Lapplicazione solerte e rigorosa delle norme da parte di funzionari e burocrati di ogni ordine e grado condusse gli ebrei a subire, dall’autunno del 1938, espropri di case, aziende, terreni oltre che l’esclusione dal mondo del lavoroe delle professioni. Dagli espropri si arrivò quindi, nel drammatico biennio 1943-1945, a confische, spoliazioni e saccheggi indiscriminati di ogni bene posseduto. Nemmeno la conclusione del conflitto comportò per gli ebrei la lineare e automatica fine di ogni difficoltà: dopo il 1945 la strada per ottenere la reintegrazione sul posto di lavoro o per vedere restituite le proprietà sequestrate negli anni precedenti si rivelò infatti spesso lunga e difficoltosa, caratterizzata da leggi talvolta contraddittorie e insufficienti, da un ottuso atteggiamento della burocrazia, nonché da una sostanziale indifferenza generale per la gravità delle violazioni subitein sette lunghi anni di persecuzione.

Autore/i e indice

Autori

Ilaria Pavan (La Spezia, 1972), laureata in Storia presso l’Università di Pisa, ha conseguito il dottorato presso la Scuola Normale di Pisa. Ha pubblicato vari studi sul tema della persecuzione antiebraica in Italia e i volumi Il Comandante. La vita di Federico Jarach e la memoria di un’epoca (1874-1951) (Milano, 2001) e, con Guri Schwarz, ha curato Gli ebrei in Italia tra persecuzione e reintegrazione postbellica (Firenze, 2001). Ha collaborato in qualità di ricercatrice ai lavori della “Commissione per la ricostruzione delle vicende che hanno caratterizzato le attività di acquisizione dei beni ebraici da parte di organismi pubblici e privati”, commissione istituita dal Governo italiano nel 1998. Attualmente svolge attività di ricerca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Indice

Intrpduzione; Capitolo 1. ‘Un feudo immaginario’. La presenza ebraica nell’economia italiana alla vigilia delle leggi razziali; Capitolo 2. Un quinquennio dimenticato. 1938-1943; Capitolo 3. Il biennio 1943-1945: sequestri, confische e saccheggi; Capitolo 4. Il difficile dopoguerra. 1945-1970; Appendice; bibliografia; Indice dei nomi; Indice delle società.

Versioni e acquisto

  • PP. VI - 296 isbn: 9788800857703

  • TRA INDIFFERENZA E OBLIO

    PP. VI - 296 isbn: 9788800743389

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!