cover

NICCOLO' MACHIAVELLI

Gian Mario Anselmi, Nicola Bonazzi

Machiavelli continua a parlare alla nostra modernità inquieta e lacerata avendo per primo intuìto, con una lucidità sconcertante, la radice anche ferina dell'uomo, l'atavica pulsione animale che ne guida azioni e comportamenti; ma avendo altresì compreso che tale pulsione può essere una risorsa di cui vanno sfruttati tutti gli aspetti positivi nella costruzione di uno spazio privilegiatamente politico, dove forza, intuito e istintiva capacità decisionale sono gli elementi in grado di determinare la sopravvivenza di uno Stato. Percorrere l'opera di Machiavelli, a partire dai testi fondativi della moderna arte politica come il Principe o i Discorsi, fino alla caustica corrosività della Mandragola o dell'Asino, significa fare i conti con una materia magmatica e incandescente, capace di restituire alla parola una dimensione di fisica evidenza, se non addirittura quella tensione agonistica e conflittuale entro cui si sono andate progressivamente consolidando (e non paia un paradosso per l'autore del Principe) le basi delle moderne democrazie occidentali.
La collana Per leggere i classici italiani, a cura di Lucia Rodler, propone testi antologici commentati coerenti con l'ipotesi critica e una sintesi chiara delle più recenti interpretazioni, per offrire a lettori, docenti e studenti uno strumento didattico originale, completo e aggiornato. Nella speranza che i testi qui selezionati spingano chi li incontrasse per la prima volta a recuperarli nella loro completezza.
Il volume si rivolge a studiosi, studenti e appassionati di Letteratura italiana.

Autore/i e indice

Autori

Gian Mario Anselmi insegna Letteratura italiana nell’Università di Bologna. Ha collaborato alla Letteratura italiana Einaudi e dirige il magazine online di letteratura “griseldaonline”. Ha coordinato per l’Edizione Nazionale delle Opere di Machiavelli, presso la casa editrice Salerno, i volumi dedicati alle Istorie Fiorentine e agli scritti storici di Machiavelli, di cui ha curato anche, con Carlo Varotti, Le grandi opere politiche (Bollati Boringhieri, 1992-93). Tra i suoi libri: La saggezza della letteratura (Bruno Mondadori, 1998), Gli universi paralleli della letteratura (Carocci, 2003), L’età dell’Umanesimo e del Rinascimento (Carocci, 2007).

Nicola Bonazzi è dottore di ricerca in Letteratura italiana e collabora con il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna. Si è occupato di autori ‘irregolari’ del Rinascimento a cui ha dedicato il volume Il carnevale delle idee. L’antipedanteria nell’età della stampa (Gedit, 2007). Ha curato con Federica Rossi la ristampa anastatica del Cane di Diogene di Francesco Fulvio Frugoni (Forni, 2009) e ha scritto saggi su Machiavelli, Alberti, Doni, Ariosto. Cura insieme a Elisabetta Menetti il magazine online di letteratura “griseldaonline”.

Indice

Introduzione. L’invenzione della politica e la forza della scrittura; Profilo biografico; TESTI: Principe; Discorsi sopra la prima Deca di Tito Livio; Dell’arte della guerra; Istorie fiorentine; La Mandragola; Belfagor arcidiavolo; L’asino; Lettere; Alcuni nodi bibliografici; Bibliografia generale.

Versioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. VI+250 isbn: 9788800740159

    • € 19,00
    • Acquista

      su Mondadori Store

  • Edizione digitale

    pp. 256 isbn: 9788800743570

    • € 14,99
    • Acquista

      Versione Digitale

Sei un docente Universitario? Richiedi la tua copia saggio gratuita!

Altre opere a catalogo

Università e saggistica – Letterature