NAZIONE E COSCIENZA

Il liberalismo moderato di Filippo Ugolini (1792-1865)

Stefano Orazi

Filippo Ugolini è qui considerato soprattutto nella sua qualità di uomo politico, caratterizzato da sinceri sentimenti religiosi e sensibile al progresso economico e sociale delle classi più disagiate. Dopo una fallimentare parentesi carbonara e dopo una momentanea, e poco convinta, iscrizione alla Giovine Italia, si orientò verso un liberalismo di tipo moderato, scelta che non gli avrebbe impedito di collaborare con la Repubblica Romana del 1849. Esiliato, ebbe stretti legami di amicizia con il migliore ambiente culturale toscano, impegnandosi attivamente con il circolo di Giovan Pietro Vieusseux. Solo in vecchiaia poté infine far ritorno nelle Marche, sua terra d’origine, a ridosso dell’unificazione nazionale. La figura dell’Ugolini emerge da questa ricerca come modello esemplare per ricostruire in un’area periferica dello Stato Pontificio la travagliata evoluzione del sentimento nazionale nella coscienza di un cattolico liberale, verificata nel mutare dei tempi e ripensata nelle diverse contingenze della politica.

Risorse digitali e approfondimenti

Autori

Stefano Orazi ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia dell’Europa presso l’Università degli Studi di Roma «Sapienza». È membro del Consiglio di Presidenza dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano ed è presidente del Comitato di Pesaro e Urbino del medesimo Istituto per il quale ha curato una serie di volumi, tra cui Miscellanea di studi per il bicentenario della nascita di Giuseppe Mazzini, Ripensare Garibaldi. Studi dal bicentenario della nascita ed il libro-catalogo La Grande guerra. Devastazioni e difesa del patrimonio artistico, vincitore di due premi letterari nazionali. Nel 2014 con Sapienza Università Editrice ha curato il volume dal titolo Angelo Celli. Nascita di una scienza della politica sanitaria. Ultimamente ha pubblicato la monografia I am Italian I am hungry. Il problema del lungo esodo nella Rivista di emigrazione (1908-1917) (Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, Roma, 2015).

Indice

Introduzione; 1. Le radici del liberalismo di Filippo Ugolini, fra Regno Italico (1808-1814) e restaurazione pontificia; 2. Moderatismo e cospirazione di un segretario comunale; 3. La svolta neoguelfa: Gioberti, Mamiani e il piononismo patriottico; 4. Filippo Ugolini deputato della Repubblica Romana; 5. L’espatrio in Toscana; 6. Gli anni della vecchiaia; Conclusioni; Appendice; Scritti di Filippo Ugolini; Note; Bibliografia; Indice dei nomi.

Configurazioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. X-310 isbn: 9788800748599

  • Edizione digitale

    pp. 320 isbn: 9788800748605

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!