cover

LA LETTERATURA PORTOGHESE

I testi e le idee

Vincenzo Russo, Roberto Vecchi

Il libro è un'antologia ragionata di testi letterari e saggistici in portoghese seguiti da nuove traduzioni italiane che si propone di fornire al lettore, attraverso un nuovo impianto critico e concettuale, le fonti primarie ed i contesti indispensabili per «pensare» - oltre che per leggere - la letteratura portoghese. Il volume promuove una riperiodizzazione dei materiali letterari letti in chiave di apertura verso i nuovi mondi che il Portogallo ha contribuito - in modo problematico attraverso la relazione coloniale - a fondare. La storia nazionale è scandita dal contrappunto di una triplice teoria imperiale (Asia nel Cinquecento, Brasile in particolare tra fine Seicento e inizio Ottocento, Africa tra fine Ottocento e buona parte del XX secolo) che ne determina il profilo.
La cultura portoghese esibisce sempre una piega tra l'elogio dell'universalismo di nazione-impero e la debolezza storica di una marginale piccola patria europea: tratto che ne condiziona in larga misura sia le forme di auto-rappresentazione, sia le dimensioni ed i tempi delle geografie coloniali. Tra Atlantico ed Europa, il Portogallo nel corso dei secoli fa della letteratura il grande archivio in cui si depositano tanto gli emblemi della sua grandezza (spesso solo immaginata) quanto le rovine della sua storia.
Download:
  • Letture integrative 1554 Kb

Autore/i e indice

Autori

Roberto Vecchi è professore ordinario di Letteratura portoghese e brasiliana presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture moderne dell’Università di Bologna di cui è direttore. Sempre a Bologna è coordinatore della Cattedra «Eduardo Lourenço». In Portogallo, è ricercatore associato presso il Centro de Estudos Sociais dell’Università di Coimbra e presso il Laboratório de Estudos Literários Avançados della Universidade Nova de Lisboa. In Brasile, è ricercatore CNPq. È honorary professor di Lusophone Studies presso la School of Cultures, Languages and Area Studies della University of Nottingham. È presidente, dal 2014, della Associação Internacional de Lusitanistas (AIL).

Vincenzo Russo è professore associato di Letteratura portoghese e brasiliana presso l’Università degli Studi di Milano. Oltre a numerosi saggi e articoli pubblicati in rivista o come capitoli di libri, tra le sue pubblicazioni: Tenebre Bianche. Immaginari coloniali fin-de- siècle, (2008); Suspeita do Avesso. Barroco e Neo-Barroco na Poesia Portuguesa Contemporânea, (2008); Tabucchi o del Novecento (2013). Ha curato le edizioni italiane di vari autori portoghesi, brasiliani e africani di espressione portoghese. Da luglio 2014, è segretario generale e tesoriere dell’Associação Internacional de Lusitanistas (AIL).

Indice

Il Portogallo: la letteratura come archivio; Nota editoriale; Parte prima. Dalla formazione del Portogallo all’impero; Parte seconda. L’impero portoghese e i suoi simulacri: dall’India al Brasile e ritorno; Parte terza. Lo «splendore del Portogallo» e il suo oltre: dalla crisi della monarchia costituzionalista al Portogallo contemporaneo; Cronologia: contesti, testi, costellazioni concettuali.

Versioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. XIV-642 isbn: 9788800747356

    • € 46,00
    • Acquista

      su Mondadori Store

  • Edizione digitale

    pp. 656 isbn: 9788800747363

    • € 38,99
    • Acquista

      Versione Digitale

Sei un docente Universitario? Richiedi la tua copia saggio gratuita!

Altre opere a catalogo

Novità

PROFILO DI LETTERATURA ITALIANA

Giancarlo Alfano, Paola Italia, Emilio Russo, Franco Tomasi

Università e saggistica – Letterature