cover

INSEGNARE ITALIANO L2 A RELIGIOSI CATTOLICI

Pierangela Diadori

L'italiano lingua veicolare nella Chiesa e la formazione linguistica del clero

Questo volume offre una serie di riflessioni e di strumenti utili, in primo luogo, a chi intende dedicarsi all’insegnamento dell’italiano L2 in contesto religioso cattolico, ma anche a chi già opera in questo settore e a chi lavora, anche se sporadicamente o marginalmente, con questo tipo di apprendenti. Infatti, la specificità dei bisogni linguistico-comunicativi di questi apprendenti, la varietà dei contesti in cui si trovano o in cui opereranno, l’eterogeneità delle loro lingue e culture di origine rendono necessaria una elevata professionalità dei docenti.

I destinatari di questo lavoro sono:

  • laureati italiani in discipline umanistiche, che già insegnano (o intendono insegnare) italiano come seconda lingua a religiosi cattolici stranieri, anche in vista del superamento dell’esame di Certificazione DITALS di I livello “profilo religiosi cattolici” dell’Università per Stranieri di Siena;
  • religiosi e laici italiani inseriti in comunità spirituali in Italia, incaricati di accogliere i religiosi stranieri al loro arrivo dall’estero, aiutandoli ad acquisire delle competenze comunicative di base in italiano, o affiancandoli nello studio per il superamento dell’esame di Certificazione di Lingua Italiana (CILS, CELI, IT o PLIDA) di livello A2, indispensabile per ottenere il permesso di soggiorno di lungo periodo;
  • religiosi italiani inseriti in comunità spirituali all’estero, che intendano promuovere la conoscenza della lingua e della cultura italiana fra i propri confratelli e le proprie consorelle allo scopo di permettere loro di affrontare nella maniera migliore l’esperienza del futuro soggiorno in Italia.

Risorse digitali e approfondimenti

Autori

Pierangela Diadori è Professore Associato di Didattica delle lingue moderne presso l’Università per Stranieri di Siena, dove dirige dal 2005 il Centro di Ricerca e Servizio DITALS. Autrice di numerosi saggi e monografie sull’insegnamento dell’italiano a stranieri e sulla formazione dei docenti, si occupa anche di traduzione e mediazione linguistica e culturale.

Indice

Il volume si compone di 6 capitoli e una sezione finale dedicata a 4 appendici: alcune testimonianze dirette dei docenti e degli apprendenti, trascrizioni di interazioni in classe, un esempio di prova di esame per la Certificazione DITALS “profilo religiosi cattolici”.
In particolare questi i temi dei singoli capitoli:

  • Capitolo 1: la storia plurilingue della Chiesa e il suo contributo nella lenta evoluzione della lingua italiana.
  • Capitolo 2: i tipi di comunicazione in seno alla Chiesa cattolica, caratterizzata da una forte internazionalizzazione e multidiversità linguistica e culturale.
  • Capitolo 3: l’ aumento dei religiosi cattolici di madrelingua non italiana nel mondo e la loro alta concentrazione in Italia per prepararsi più approfonditamente per il proprio cammino ecclesiastico.
  • Capitolo 4: il declino del latino come lingua veicolare orale e scritta, soprattutto a partire dal Concilio Vaticano II, a favore delle lingue nazionali, in particolare dell’italiano.
  • Capitolo 5: alcune recenti indagini sui tratti caratterizzanti degli apprendenti di italiano come lingua straniera: età, genere, cultura, paesi di provenienza, madrelingua, motivazioni allo studio, stili di apprendimento.
  • Capitolo 6: le specificità dell’insegnamento dell’italiano a religiosi cattolici, per arrivare a individuare alcune linee guida utili per la formazione dei futuri docenti, integrate dai documenti inseriti in appendice.

Configurazioni e acquisto

  • Volume unico

    pp. 128 isbn: 9788800806787

  • Volume unico (libro digitale)

    isbn: 9788800807678

    • In preparazione

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!