FRONTIERA SUD

L'Italia e la nascita dell'Europa di Schengen

Simone Paoli

Il 14 giugno 1985 i rappresentanti di cinque Paesi membri della Comunità Europea (i sei fondatori meno l’Italia) si incontrarono a bordo di un battello ormeggiato nelle acque del fiume Mosella in una cittadina lussemburghese allora semisconosciuta: Schengen. Era l’avvio di un processo destinato a trasformare il significato stesso di frontiera europea e il modo in cui questa era stata storicamente concepita e organizzata. Tutti i protagonisti avevano piena contezza dell’importanza dell’evento, ma nessuno poteva sospettare che sarebbero occorsi dieci, lunghi anni prima che, il 26 marzo 1995, l’area Schengen venisse effettivamente costituita. Nessuno, in particolare, poteva immaginare che, in quel drammatico decennio, il mondo sarebbe completamente cambiato e, con esso, intensità, direzione e composizione dei flussi migratori internazionali. Per la prima volta, uno studio ricostruisce in maniera ragionata e dettagliata tutti i passaggi di questo complesso e affascinante percorso, descrivendo il modo in cui esso ha influenzato e persino plasmato la politica migratoria italiana; nel momento in cui i controlli venivano traferiti all’esterno, infatti, la gestione dei confini dell’Italia divenne improvvisamente interesse, e preoccupazione, dell’intera Europa.

Risorse digitali e approfondimenti

Autori

Simone Paoli (Prato, 1976), dopo aver conseguito il Dottorato di ricerca in Storia delle relazioni internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze, ha insegnato presso l’International Studies Institute (ISI Florence) a Firenze e collaborato a lungo con il Dipartimento di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali dell’Università di Padova. Attualmente è Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa. Nella sua carriera si è occupato prevalentemente di storia contemporanea dell’Europa e del Mediterraneo, con particolare riferimento ai fenomeni migratori. Su questi temi ha pubblicato decine di saggi in volumi collettanei e articoli in riviste scientifiche italiane e internazionali; ha recentemente curato, insieme a E. Calandri e A. Varsori, Peoples and Borders. Seventy Years of Migration in Europe, to Europe, from Europe (1945-2015) (Nomos, 2017).

Indice

Acronimi; Introduzione; Tesi interpretative e dibattito storiografico; 1. L’Accordo di Schengen: una sofferta esclusione (1984-1986); 2. La definizione del sistema Schengen: una scelta tormentata, un’accettazione condizionata (1987-1990); 3. La creazione dell’area Schengen: dalla deriva all’approdo (1991-1998); Conclusioni; Note; Fonti; Bibliografia; Cronologia; Indice dei nomi.

Configurazioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. XII-356 isbn: 9788800747394

  • Edizione digitale

    pp. 368 isbn: 9788800747400

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!