cover
Novità

False notizie... fake news e storia romana

Falsificazioni antiche, falsificazioni moderne

Simonetta Segenni

Il problema del falso e della falsificazione in età romana costituisce il filo conduttore dei saggi raccolti in questo volume, che spaziano dalla definizione, problematica, del concetto di falso in ambito giuridico e legislativo in età romana, alla circolazione e alla diffusione di notizie false, che orientarono talvolta l’opinione pubblica del tempo e influirono sulla stessa narrazione storiografica. Ai falsi tituli di cui abbiamo notizia già in età romana dalle fonti si collegano i saggi dedicati alle interpretazioni ‘false’ di iscrizioni romane e all’invenzione, in età moderna e ad opera di eruditi, di nuovi, falsi documenti epigrafici: falsificazioni, quest’ultime, che avevano gli scopi più disparati, ma portavano comunque ad alterare la ricostruzione storica.

Autore/i e indice

Autori

La curatrice
Simonetta Segenni è docente di Storia romana presso l’università degli studi di Milano, dove insegna anche Antichità e Istituzioni romane ed Epigrafia Latina. Le sue linee di ricerca riguardano l’Italia romana e le sue città; l’amministrazione municipale; le province e l’amministrazione provinciale; l’edizione di documenti epigrafici. Ha dedicato alcuni studi alla diffusione dell’ideologia imperiale e al problema della successione in età augustea. Tra le sue pubblicazioni si segnalato le monografie Amiternum e il suo territorio in età romana (1985); I liberti ad Amiternum. Ricerche di onomastica (1990); I Decreta Pisana. Autonomia cittadina e ideologia imperiale nella colonia Opsequens Iulia Pisana (2011). Ha curato la pubblicazione del volume L’ agricoltura romana (2019); con Cesare Letta, la pubblicazione del volume Roma e le sue province (2015); con Emanuela Paribeni, Notae lapicidinarum dalle cave di Carrara (2015); con Michele Bellomo, Epigrafia e politica. Il contributo della documentazione epigrafica allo studio delle dinamiche politiche nel mondo romano (2015). Per Le Monnier e per la collana Studi sul mondo antico, ha curato la pubblicazione del volume Augusto dopo il bimillenario. Un bilancio (2018).

Indice

Introduzione, di Simonetta Segenni; Falsificazioni antiche e fake news: un nesso storico e un’intuizione felice,di Lorenzo Calvelli; Un ludus matutinus ad Aleria? Dalle cattive interpretazioni alle fake news, di Maria Letizia Caldelli; CIL XI 183*: fake news sulla distruzione di Luni, di Federico Frasson; Appunti sul ruolo del senato nella repressione del falso a Roma nella prima età imperiale, di Pierangelo Buongiorno; Il falso nella procedura comiziale di Roma antica, di Federico Russo; Noticias falsas, desinformación y opinión pública en la Roma republicana, di Francisco Pina Polo; Aut falsa aut certe obscura opinio. Credibilità dell’informazione e credulità dell’opinione pubblica nella tarda Repubblica, di Andrea Angius; Falsi imaginum tituli, Tradizioni familiari e riflessioni storiografiche a Roma in età tardo-repubblicana, di Michele Bellomo; Messalina e Silio: un falso matrimonio?, di Francesca Cenerini; False notizie e rivolte di piazza nel 238 d.C., di Laura Mecella; False notizie da Aecae, di Marcella Chelotti; Nota su alcuni falsi epigrafici cremonesi, di Fulvia Condina; Falsae a fin di bene. Copie, manipolazioni, invenzioni devotionis causa tra le epigrafi dei cristiani di Roma, di Antonio E. Felle e Valeria Ambriola; Conclusioni, di Arnaldo Marcone.

Versioni e acquisto

  • Novità

    Edizione cartacea

    pp. VIII-200 isbn: 9788800750561

  • Novità

    Edizione digitale

    pp. 208 isbn: 9788800750578

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!