Il volume ricostruisce la storia culturale e politica dell’identità razziale degli italiani dal periodo unitario al boom economico, passando per il fascismo e il dopoguerra. Esso unisce la ricerca e le competenze di due studiose italiane di formazione diversa e complementare:muovendo entrambe dagli studi culturali, dagli studi critici su razza e bianchezza e dagli studi di genere, Gaia Giuliani esamina le teorie scientifiche e politiche sulla razza al fine di tracciare i processi di identificazione razziale in atto nel discorso pubblico dall’Unità al 1936; Cristina Lombardi-Diop prende in considerazione le pratiche discorsive medico-scientifiche, la letteratura coloniale e l’iconografia legata ai consumi e alle pratiche del quotidiano allo scopo di mappare i processi di razzizzazione che dal 1936 al 1965 si affermano nella cultura diffusa e di massa. L’obiettivo del volume è quello di fornire uno strumento interpretativo fondamentale per la comprensione delle radici storiche e culturali e delle forme attuali del razzismo in Italia.

Risorse digitali e approfondimenti

Autori

Gaia Giuliani ha conseguito il dottorato all’Università di Torino, proseguendo la propria carriera accademica prima presso l’Università di Bologna e poi presso la University of Technology of Sydney. Il suo campo di ricerca coniuga una serie di discipline tra cui la filosofia politica, gli studi critici sulla razza e gli studi di genere. Ha pubblicato una monografia e una serie di saggi sul razzismo nell’India britannica, in Australia, nell’Italia fascista e nell’Europa contemporanea.

Cristina Lombardi-Diop ha conseguito la laurea in Italia (Università di Roma, Sapienza) e il dottorato negli Stati Uniti (New York University).Insegna presso la Loyola University di Chicago. Si occupa di soggettività di genere nell’ambito degli studi storici sul colonialismo italiano, di letteratura delle diaspore mediterranee e di postcolonialismo italiano.

Indice

Introduzione. Bianco che più bianco non si può. Materiali e metodologie per una lettura storica dell¿identità razziale degli italiani,di Gaia Giuliani e Cristina Lombardi-Diop; 1.L’italiano negro. La bianchezza degli italiani dall’Unità al Fascismo, di Gaia Giuliani; 2. L’Italia cambia pelle. La bianchezza degli italiani dal Fascismo al boom economico, di Cristina Lombardi-Diop; 3. Conclusione, di Gaia Giuliani e Cristina Lombardi-Diop; Note; Bibliografia;Articoli di giornale e sitografia;Filmografia/Serie televisive;Pubblicità per la televisione e la rete; Indice dei nomi.

Configurazioni e acquisto

  • Edizione cartacea

    pp. X-214 isbn: 9788800744157

  • Edizione digitale

    PP. 224 isbn: 9788800744416

Sei un docente? Richiedi la tua copia saggio gratuita!