Baldriga

Seminari di aggiornamento professionale
per docenti di storia dell’arte

Dentro l'arte

La storia dell’arte e le professioni dei beni culturali.
Progettare l’alternanza scuola-lavoro

I seminari, ispirati al manuale di storia dell’arte di Irene Baldriga "Dentro l’arte. Contesto, metodo, confronti (Electa Scuola)", presentano ai docenti la relazione tra l’acquisizione delle competenze nella storia dell’arte e la loro applicazione legata alle professioni nell’ambito e intorno ai beni culturali, nella convinzione che tale incontro sia la chiave strategica per fronteggiare in modo efficace le problematiche connesse alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, in un’ottica di sviluppo sostenibile.
Scopri le tappe del tour!

L'opera

Dentro l’arte è il manuale di storia dell’arte che segue le linee di ricerca più avanzate. L’attenzione al contesto e l’insegnamento di un metodo di studio rappresentano le caratteristiche fondamentali dell’opera. Il testo inoltre si connota per la rigorosa impostazione metodologica e per un accurato aggiornamento scientifico, allarga gli orizzonti culturali all’interdisciplinarietà e presenta un canone delle opere ampio e articolato, rivalutando alcuni esponenti e movimenti artistici.

Presentazione dell'opera
Richiedi saggio digitale

I video

L'autrice

Irene Baldriga ha maturato esperienza di insegnamento e di ricerca nella scuola secondaria superiore e in ambito universitario, in Italia e in vari contesti internazionali. Impegnata da anni sul fronte della sperimentazione didattica e della valorizzazione dell’insegnamento della storia dell’arte in Italia e in Europa, ha coordinato progetti europei e ha fatto parte di gruppi ricerca transnazionali: per il coordinamento del Progetto ITEMS (Innovative Teaching for European Museum Strategies) ha ricevuto il riconoscimento “Star Project” dall’Agenzia Nazionale Europea/INDIRE; è stata premiata nel circuito mondiale IES (Institute for Education of Students) per la qualità e la creatività dell’insegnamento. È autrice di oltre 40 pubblicazioni scientifiche e di una monografia pubblicata nella collana storica dell’Accademia dei Lincei (L’occhio della Lince. Arte, Scienza e Collezionismo, 1605-1630). Ha curato mostre e convegni su temi scientifici ed inerenti all’Educazione al Patrimonio; è stata consulente RAI Educational ed ha collaborato ad altri contenuti televisivi storico-artistici, anche all’estero.
Nel 2015 è stata insignita dal Governo Francese della Palma Accademica con il titolo di Cavaliere per i suoi meriti culturali. Collabora con la Rivista Tuttoscuola.

6 marzo

Ferrara - Università e Pinacoteca Nazionale

La flipped classroom come metodologia
di insegnamento della storia dell’arte

L’arte di narrare l’arte
Musei e manuali tra metodo ed emozione

Di questi tempi si fa un gran parlare della flipped classroom. Cercheremo quindi di capire insieme di che cosa si tratta, di individuarne i fondamenti e i possibili vantaggi, di discutere le azioni più efficaci e infine di costruire insieme rubriche di valutazione. Allargheremo poi l’orizzonte per verificare le strategie di una didattica che sappia essere anche digitale, non tralasciando gli aspetti inerenti alla formazione.
Intervengono: Irene Baldriga, Francesca Cappelletti, Fabio Ferri

Iscriviti

10 marzo

Lucca - Complesso San Micheletto

Le professioni nascono a scuola:
le competenze della storia dell’arte e
l’alternanza scuola-lavoro

La novità dell’alternanza scuola-lavoro, intesa come parte dell’offerta formativa ordinamentale, si sta rivelando uno stimolante laboratorio di innovazione didattica e metodologica. Per lo specifico contesto dei beni culturali, le esperienze di stage favoriscono il rapporto degli istituti scolastici con il territorio, rinsaldano rapporti spesso avviati da tempo, ma soprattutto incoraggiano sinergie educative e proposte culturali che puntano a valorizzare le specificità delle professioni e la vocazione trasversale della storia dell’arte come disciplina cardine per lo sviluppo della cittadinanza attiva. Il seminario offrirà spazi di riflessione sulla varietà delle professioni dei beni culturali e sulle positività – non soltanto educative – che possono derivare dall’esposizione dei giovani a determinati contesti lavorativi.
Intervengono: Irene Baldriga, Rosanna Morozzi, Francesca Velani, Fabio Ferri

Iscriviti

17 marzo

Polignano a Mare - Fondazione Pino Pascali, Museo d’Arte Contemporanea

Comunicare l’arte nel XXI secolo:
beni culturali, tecnologia e virtualità

Oggi la tecnologia può sicuramente incentivare la divulgazione e la comprensione del patrimonio artistico, in qualche caso anche supportandone la conservazione. Per chi si occupa di didattica e di allestimenti, tali risorse rappresentano opportunità di grandissimo impatto, specialmente sul grande pubblico. Si evidenzia tuttavia il bisogno di individuare processi e strategie che rispondano ad un equilibrio tra la comunicazione dell’opera e la sua valorizzazione in senso puramente culturale ed estetico. I percorsi di alternanza scuola-lavoro rivolti ai beni culturali possono favorire la promozione del patrimonio artistico, stimolando la riflessione degli studenti sulla questione fondamentale dei linguaggi e delle tecniche con cui l’arte viene narrata ed esposta ai vari pubblici dei musei. Il seminario di formazione intende proporre un dibattito metodologico su tali tematiche, presentando esperienze da adattare a singole realtà espositive e progettuali, rispettivamente dei musei e delle scuole.
Intervengono: Irene Baldriga, Santa Nastro, Fabio Ferri, Enzo Velati, Giusy Caroppo, Marinilde Giannandrea.

Iscriviti

24 marzo

Salerno - Palazzo Arcivescovile

Il Museo per la Scuola e il Territorio:
innovazione e sviluppo
attraverso i beni culturali

La relazione tra Scuola e Museo trova un suo spazio concreto di senso e di effettiva sostenibilità attraverso l’aper­tura al territorio. Scuola e Museo sono laboratori di cultura e di cittadinanza: insieme essi dialogano e si rappor­tano attraverso canali che, in passato, si sono spesso rivelati autoreferenziali o comunque incapaci di innescare meccanismi virtuosi di partecipazione. Il Museo offre sé stesso come punto di riferimento, come snodo di articolazione di un processo che produce ed irradia cultura, ma che può al contempo stimolare processi di sviluppo economico che tengano conto delle risor­se culturali quali beni da tutelare e da promuovere, arginando il degrado, la speculazione o il mero abbandono. Lo sviluppo e l’innovazione si rivelano percorsi possibili attraverso valori di corresponsabilità e di tutela che soltanto la scuola può consolidare e trasmettere. L’incontro illustrerà proposte gestionali ed educative, partendo da riflessioni sulla storia del territorio e sulle prospettive future che un rigoroso quanto innovativo rilancio del patrimonio artistico può favorire, soprattutto attraverso il diretto coinvolgimento della scuola.
Intervengono: Irene Baldriga, Gabriel Zuchtriegel, Alfonso Andria, Anna De Martino, Annamaria Giarletta, Fabio Ferri, Marcello Napoli.

Iscriviti

31 marzo

Venezia - Gallerie dell’Accademia

Beni culturali tra valorizzazione
e sviluppo sostenibile:
patrimonio, musei e nuove opere

Il bisogno di maturare una nuova sensibilità rispetto al concetto di patrimonio culturale comporta oggi tante sfumature interpretative e l’individuazione di strumenti di tutela realmente efficaci. La funzione dei musei, definiti dalla “Carta di Siena” (2016) come “presidi territoriali di tutela attiva”, si va ampliando e diversificando, assumendo una funzione di coordinamento tra le varie parti sociali interessate alla formazione, alla valorizzazione e allo sviluppo dei contesti urbani e paesaggistici. Il terreno di confronto incoraggiato dall’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro, offre alle scuole occasioni preziose per coinvolgere i giovani nel dibattito sulla valorizzazione dei nostri beni culturali, relazionandosi con i protagonisti del mondo della tutela ma anche con le esigenze che lo sviluppo inevitabilmente reclama. L’incontro, che si svolgerà nella prestigiosa sede delle Gallerie dell’Accademia, offrirà riflessioni, proposte ed esperienze di esperti del patrimonio culturale, della ricerca e della formazione.
Intervengono: Irene Baldriga, Paola Marini, Enzo Siviero, Livia Andrigo, Fabio Ferri.

Iscriviti