LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

Libici, eritrei e somali nell'Italia del dopoguerra (1945-1960)

Valeria Deplano


Il testo
Al termine della seconda guerra mondiale la nuova classe dirigente italiana fu chiamata a gestire la trasformazione dell'Italia da Paese colonizzatore a Paese postcoloniale. Tra le altre faccende, politici e funzionari dovettero occuparsi della presenza nel Paese di un – seppur piccolo – nucleo di persone provenienti dalle ex colonie, libici, eritrei e somali, in gran parte ex militari ma anche civili. Si trattava di affrontare nuove richieste di cittadinanza, di trovare un modo per gestire le prime migrazioni, di risolvere tutte quelle questioni legate alla vita quotidiana che la fine dell'impero lasciava aperte: pensioni da erogare, stipendi arretrati, rapporti familiari che coinvolgevano ex colonizzatori ed ex colonizzati. Il libro racconta come la classe politica e i funzionari governativi del dopoguerra affrontarono questi problemi, decidendo per la prima volta chi, nel nuovo contesto repubblicano, potesse essere considerato italiano e chi no.

L'autrice
Valeria Deplano, dottore di ricerca in Storia moderna e contemporanea, è professore a contratto di Storia contemporanea dei Paesi mediterranei presso l'Università di Macerata e collabora con il Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio dell'Università di Cagliari. Si occupa di storia del colonialismo italiano e delle sue ricadute politiche e culturali nell'Italia fascista e repubblicana. Fa parte di InteRGRace, l'Interdisciplinary Research Group on Race and Racisms, e di altri gruppi di ricerca sulla memoria del colonialismo. Su questi temi ha scritto L'Africa in casa. Propaganda e cultura coloniale nell'Italia fascista (Le Monnier, 2015), e ha curato Quel che resta dell'impero. La cultura coloniale degli italiani (Mimesis, 2014, con A. Pes); Subalternità italiane. Percorsi di ricerca tra letteratura e storia (Aracne, 2014, con L. Mari e G. Proglio); Costruire una nazione. Politiche rappresentazioni e discorsi che hanno fatto l'Italia (Ombre Corte, 2013, con S. Aru).

Indice
Introduzione; Premessa. Africa addio? Rivendicazioni coloniali e retorica politica nell'Italia del dopoguerra; 1. (Ex) Sudditi. Libici, eritrei, somali ed etiopici in Italia; 2. «Meticci». L'Italia postcoloniale e i confini «razziali» della nazione; 3. Stranieri? L'Italia postcoloniale e i confini giuridici della nazione; Conclusioni. Senza distinzione di razza?; Note; Bibliografia; Indice dei nomi.

Configurazione del libro

Edizione cartacea
€ 16,00 pp. X-214
ISBN 9788800747851
Compra su inMondadori COMPRALO SU MondadoriStore
Edizione digitale
€ 12,99 pp. 224
e-ISBN 9788800747868



LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

Valeria Deplano

Le Monnier

Configurazione del libro

Edizione digitale
pp. 224
e-ISBN 9788800747868
€ 12,99
AGGIUNGI AL CARRELLO
LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

Valeria Deplano

Le Monnier

Configurazione del libro

Edizione digitale
pp. 224
e-ISBN 9788800747868
€ 12,99
Inserisci il codice univoco della copia
LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

LA MADREPATRIA È UNA TERRA STRANIERA

Valeria Deplano

Le Monnier

Configurazione del libro

Edizione digitale
pp. 224
e-ISBN 9788800747868
€ 12,99
AGGIUNGI AI SAGGI

Valeria Deplano