QUEL CHE RESTA DI MAO

Apogeo e rimozione di un mito occidentale

Mario Tesini, Lorenzo Zambernardi


Il testo
Nella storia politica e ideologica del XX secolo nessun episodio appare comparabile alla fulminea ascesa e all'imporsi del mito maoista tra gli anni Sessanta e Settanta. E alla sua successiva rimozione e dissolvenza. Che il celebre Libretto rosso delle citazioni del presidente Mao abbia potuto circolare in un numero valutato a miliardi di copie e, in coincidenza con l'azione di movimenti diffusi in tutti i continenti, dominato il dibattito intellettuale delle grandi capitali europee e occidentali, a partire da Parigi, appare oggi un fatto di difficile spiegazione. E tale da sfidare la comprensione immediata. Obiettivo del libro è quello di offrire un panorama delle diverse implicazioni - e nelle sue diverse stagioni - di quel mito politico, che per molti versi risulta essere, nonostante le origini del suo protagonista, un mito occidentale.

I curatori
Mario Tesini è professore ordinario di Storia del pensiero politico presso il dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali dell'Università di Parma. È membro del collegio dei docenti del dottorato in Studi politici dell'Università di Roma La Sapienza.
Lorenzo Zambernardi insegna Politica internazionale all'Università di Bologna, presso il Campus di Forlì. È autore della monografia I limiti della potenza (Il Mulino, 2010) e ha curato la pubblicazione del volume Scenari di transizione (Il Mulino, 2012).

Indice
Introduzione: metamorfosi di un mito, di Mario Tesini e Lorenzo Zambernardi; LE RAGIONI DEL MITO: Un mito indistruttibile?, di Giovanni Belardelli; Mao Zedong: l'uomo, il mito e il suo viaggio a Occidente, di Antonio Fiori e Andrea Passeri; APOGEO: Un «ponte» con la Cina comunista: Piero Calamandrei e il viaggio del 1955, di Cristina Baldassini; Da Sun Tzu alla Realpolitik: il Mao di Henry Kissinger, di Lorenzo Zambernardi; Come l'acqua per i pesci. Dal mito della guerriglia maoista alla moderna dottrina della contro-insurrezione, di Emanuele Castelli; «Il grande Mao»: stampa e partiti politici italianiall'indomani della morte, di Mario Tesini e Lorenzo Zambernardi; RIMOZIONE: Un uomo contro il mito: Simon Leys, di Mario Tesini; Una realtà offuscata dal mito: il totalitarismo maoista, di Francesco Raschi; Il caso Cigni selvatici, di Chiara Rolli; Sacralità e decostruzione di un mito: Mao Zedong nella letteratura cinese contemporanea, di Nicoletta Pesaro; Il mito infranto: immagini di Mao dal 1968 a Internet, di Mario Tesini e Lorenzo Zambernardi; Conclusioni, di Mario Tesini e Lorenzo Zambernardi; Nota bibliografica, a cura di Mario Tesini e Lorenzo Zambernardi; Gli autori; Indice dei nomi.

Configurazione del libro

Edizione cartacea
€ 22,00 pp. VIII-304
ISBN 9788800747899
Compra su inMondadori COMPRALO SU MondadoriStore



QUEL CHE RESTA DI MAO

QUEL CHE RESTA DI MAO

Mario Tesini, Lorenzo Zambernardi

Le Monnier

Configurazione del libro

QUEL CHE RESTA DI MAO

QUEL CHE RESTA DI MAO

Mario Tesini, Lorenzo Zambernardi

Le Monnier

Configurazione del libro

QUEL CHE RESTA DI MAO

QUEL CHE RESTA DI MAO

Mario Tesini, Lorenzo Zambernardi

Le Monnier

Configurazione del libro

Mario Tesini, Lorenzo Zambernardi