LA MOLTITUDINE APOLITICA

Culture politiche e voto alle masse in età giolittiana (1904-1913)

Marco Pignotti


Il testo
1913. L'Italia diventa il sesto Paese al mondo nel rapporto elettori/abitanti e sopravanza Inghilterra e Francia. Nove milioni di cittadini vengono convocati alle urne, metà dei quali analfabeti. Considerati per anni come teppa o plebaglia, questa folla viene percepita dalla classe dirigente conservatrice e progressista come una moltitudine apolitica. D'altronde, il voto alle masse muta irreversibilmente la scena pubblica finendo per condizionare tutti i soggetti che finora l'hanno dominata. L'irruzione del popolo escluso proietta sull'intero sistema interrogativi intorno a grandi questioni come la legittimità, l'esigenza di costituire un partito della borghesia, il rapporto fra esecutivo e assemblea, l'imperatività del mandato parlamentare, la strategia comunicativa e, infine, i costi della politica. Temi di vitale importanza non solo per intellettuali ed accademici, ma soprattutto per gli «invisibili» di Montecitorio che rappresentano quella pletora di notabili la cui presenza si è sempre rivelata funzionale alla tenuta dell'assetto istituzionale.

L'autore
Marco Pignotti, docente di Storia contemporanea presso l'ateneo di Cagliari, attualmente insegna Storia della comunicazione e storia sociale e politica del Novecento. Si è occupato prevalentemente di Risorgimento e di rapporti fra Stato e Chiesa pubblicando Potestà laica e religiosa potestà. Il concordato fra il Granducato di Toscana e la Santa Sede del 1851 (Le Monnier, 2007); Una nazione da inventare (Nerbini, 2011) e Lealtà ecclesiastica e politica unitaria. Luigi Amat di San Filippo: vita e politica di un cardinale di Pio IX (AM&D, 2012); e di storia politica e istituzionale in età liberale (Candidati notabili elezioni. Lotta politica e municipale nella Liguria giolittiana, Franco Angeli, 2001).

Indice
Introduzione; 1. Ignoranti e ignorati; 2. Ceto politico e suffragio; 3. Municipio e nazione; 4. Masse e voto; Note; Bibliografia; Indice dei nomi.


Qui trovi l'elenco di risorse digitali ad accesso libero associate a quest'opera. Per poterle consultare, devi aver fatto il login. Se invece non sei ancora registrato sul nostro sito, fallo subito: clicca qui!

Ti ricordiamo che, se sei un docente, Mondadori Education ha predisposto per te moltissimi contenuti riservati. Per visualizzarli inserisci, dopo aver fatto il login, un codice docente specifico dell'opera nella pagina Aggiungi libro.
Non hai il codice docente? Contatta il tuo agente di zona!
Se invece hai già inserito un codice, accedi, dopo aver fatto il login, direttamente alla pagina Libro+Web relativa all'opera per vedere i contenuti a te destinati.

Attenzione: se nella pagina non vedi contenuti, ma solo la scritta Risorse Libro+Web, significa che questa opera ha esclusivamente risorse digitali riservate al docente. Per visualizzarle, come detto prima, devi inserire, dopo aver fatto il login, un codice docente specifico dell'opera nella pagina Aggiungi libro.

Configurazione del libro

Edizione cartacea
€ 24,00 pp. VIII-312
ISBN 9788800748612
Compra su inMondadori COMPRALO SU MondadoriStore



LA MOLTITUDINE APOLITICA

LA MOLTITUDINE APOLITICA

Marco Pignotti

Le Monnier

Configurazione del libro

LA MOLTITUDINE APOLITICA

LA MOLTITUDINE APOLITICA

Marco Pignotti

Le Monnier

Configurazione del libro

LA MOLTITUDINE APOLITICA

LA MOLTITUDINE APOLITICA

Marco Pignotti

Le Monnier

Configurazione del libro

Marco Pignotti