Comunicato stampa

Novità in casa Devoto-Oli, a cinquant'anni dalla prima pubblicazione

Novità in casa Devoto-Oli, a cinquant'anni dalla prima pubblicazione

Milano, agosto 2017 - Il Devoto-Oli cambia pelle restando fedele alla sua storia. La nuova versione in arrivo a settembre del celebre vocabolario d’autore della lingua italiana - concepito da Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli a cui si sono aggiunti come autori Luca Serianni e Maurizio Trifone - non è semplicemente una nuova edizione, ma una nuova idea di vocabolario, che risponde alle esigenze del lettore di oggi e segue l’evoluzione della lingua, continuando a proporre informazioni autorevoli, certificate e di qualità.

Con 75.000 voci, 250.000 definizioni, 35.000 locuzioni e 3 nuove rubriche di pronto soccorso linguistico, la versione cartacea del nuovo vocabolario, completamente rinnovata anche nella grafica, è più ricca, più facile da consultare grazie alle “triplette di navigazione”, più leggibile grazie a un’organizzazione dei lemmi che permette di trovare velocemente le informazioni desiderate e più interattiva. Perfettamente integrata al cartaceo è infatti la versione digitale, disponibile come sito web e applicazione per tablet e smartphone IOS e Android, che propone 40.000 lemmi e 50.000 definizioni in più rispetto a quella cartacea e consente una fruizione completa di tutti i contenuti, con funzionalità e strumenti pensati per avere il vocabolario sempre a portata di mano, compreso l’audio di tutte le voci per una pronuncia corretta.

Caratteristica principale del Nuovo Devoto-Oli è l’attenzione alla contemporaneità del linguaggio, con un lungo e approfondito lavoro di riscrittura della maggior parte delle voci in maniera semplice, moderna e universalmente comprensibile, che guida il lettore all’uso corretto di una lingua complessa e in continua trasformazione. Tre le nuove rubriche di “pronto soccorso linguistico: Per dirlo in italiano aiuta a trovare alternative alle parole inglesi superflue e difficili da capire, Parole minate aiuta a scrivere e parlare evitando gli errori più diffusi, Questioni di stile offre suggerimenti concreti per esprimersi in maniera appropriata rispetto al contesto e alla situazione.

Non mancano i neologismi, che nel Nuovo Devoto-Oli sono 1500, come di consueto tratti dal linguaggio dell’attualità e della politica (post-verità, Brexit), dell’economia e della finanza (bancare), della cultura e dei mass media (fake news, webete, ritirati sociali, food porn), di gerghi e regionalismi (ciaone, schiscetta) e delle mode (home restaurant, sfericazione).

Il Nuovo Devoto-Oli si inserisce nel dibattito sulla conoscenza e sull'uso della lingua italiana nella società di oggi, sul suo stato di salute, sulle modificazioni dovute all’influsso dei social, richiamando la necessità di riappropriarsi della ricchezza lessicale, delle sfumature linguistiche e della varietà di registri che la contraddistinguono, a fronte di un impoverimento costante del bagaglio lessicale. E se soltanto il 6% degli italiani soffre di analfabetismo primario, cioè dell’incapacità di leggere e scrivere, la percentuale sale al 22% se si parla di analfabetismo di ritorno (la perdita di competenze acquisite nel corso della vita), e a un allarmante 42% per l’analfabetismo funzionale (incapacità di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nella vita quotidiana).

Il lancio del Nuovo Devoto-Oli sarà accompagnato da una campagna promozionale mirata a coinvolgere scrittori, autori, lettori e pubblico generico tutti chiamati a “raccontarsi” attraverso la scelta di alcune parole, perché in sostanza il patrimonio linguistico di ciascuno lo rappresenta e ciascuno è le parole che sceglie per raccontarsi. Veri e propri ritratti di parole, un’idea che seguirà il Nuovo Devoto-Oli anche fuori dalla libreria, coinvolgendo i lettori attraverso le piattaforme social in un gioco virale con l’obiettivo di sensibilizzare soprattutto i giovani su quanto sia importante padroneggiare il nostro ricchissimo patrimonio linguistico nella vita quotidiana, nella relazione con gli altri e nell’essere cittadini consapevoli. 

Scarica il comunicato in formato pdf.