Archivio


OBIETTIVO COMPETENZE


La didattica per competenze nelle discipline letterarie

La didattica per competenze nelle discipline letterarie

Anna Santarpia

In questo webinar verranno illustrati alcuni dei principali aspetti della didattica per competenze applicata ad Italiano, Storia e Geografia nella Scuola secondaria di primo grado.
L’intento è fornire ai docenti strumenti teorici ed operativi utili a rispondere ai nuovi bisogni educativi, scaturiti dalla transizione della didattica alla costruzione di percorsi di apprendimento finalizzati all’acquisizione di competenze da parte degli studenti. Assumendo come punto di riferimento i documenti ministeriali ed europei vigenti, verranno suggerite ai docenti delle linee guida per tradurre in pratica didattica la riflessione teorica sulla formazione scolastica per competenze. In questa ottica si farà riferimento alle fasi fondamentali dell’insegnamento quali la progettazione, il lavoro con gli studenti, la valutazione dei processi di apprendimento e la scelta delle metodologie adeguate con un approfondimento sulla flipped lesson.
Anna Santarpia è laureata in Lettere classiche e insegna lettere alla Scuola secondaria di primo grado. Ha una specializzazione in filologia classica e un master in didattica della lingua italiana. Ha seguito diversi percorsi di formazione universitaria sull’insegnamento e la gestione della classe. Come collaboratrice di Mondadori Education si occupa di ricerca didattica.


Una valutazione “sul campo” attraverso i compiti di realtà

Una valutazione “sul campo” attraverso i compiti di realtà

Paola Priore

Con la C.M. n. 3/2015, il MIUR ha avviato un periodo triennale di sperimentazione nelle scuole del primo ciclo di istruzione allo scopo di elaborare strumenti certificativi delle competenze coerenti con le finalità delle Indicazioni Nazionali. Agli insegnanti è dunque richiesta la responsabilità di certificare il conseguimento delle competenze basandosi sui traguardi di sviluppo disciplinari e trasversali fissati dalle Indicazioni nazionali. Poiché la competenza è sempre situata, cioè è possibile apprezzarla solo “in azione”, uno strumento indispensabile per valutarla è il compito di realtà. In questo Webinar Paola Priore propone un percorso di valutazione delle competenze per la scuola secondaria di primo grado usando gli esempi, le griglie e la rubrica per le competenze disciplinari da lei proposte nel testo Wow... la Scienza! A. Mondadori Scuola.

Paola Priore è ricercatrice in biochimica e biologia cellulare applicata alle nanotecnologie presso l’Istituto di nanotecnologie del CNR di Lecce. Tutor operativo nei progetti in collaborazione con le scuole per l’Università del Salento e per il CNR. Autrice per Mondadori Education, ha collaborato a diversi progetti editoriali riguardanti la biochimica e le attività per lo sviluppo e la valutazione delle competenze per le Scienze naturali.


Le competenze in diritto ed economia e la loro valutazione

Le competenze in diritto ed economia e la loro valutazione

Giuseppe Bacceli

La didattica per competenze costituisce un’occasione da non perdere per migliorare la qualità delle pratiche di insegnamento, purché si riesca a scendere un po’ in profondità e a mettere ordine nelle diverse interpretazioni. Parlare di competenza, infatti, significa fare riferimento alla comprensione effettiva e ciò richiede un approfondimento dei modi mediante i quali si acquisiscono realmente i nuovi concetti e i nuovi quadri interpretativi della realtà. Le competenze che possono essere sviluppate mediante l’insegnamento del Diritto e dell’Economia, in questa prospettiva, sono particolarmente importanti, poiché hanno a che vedere con quella che è stata chiamata la “terza cultura”.

Giuseppe Bacceli, autore di testi scolastici e di saggi relativi alla didattica del diritto e dell’economia, insegna discipline giuridiche ed economiche nella scuola superiore. È docente a contratto di Metodologia delle scienze economiche, giuridiche e sociali all’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara, è stato docente a contratto di Economia politica e ha insegnato Epistemologia dell’economia politica nelle SSIS di Chieti e Teramo.